Lino a 31 anni, poco prima di svanire

Mi chiamo Lino

Sono nato il 10 ottobre del 1910 (il dieci del dieci del dieci) da Emilio e Regina Favrin. Mi sono sposato e ho avuto una bambina. Vivevamo in Francia ma quando è scoppiata la seconda guerra mondiale siamo dovuti tornare in Italia.

Nel 1941 sono stato chiamato a servire la patria e ho dovuto lasciare mia moglie e la mia bimba di pochi anni per andare a combattere in Russia per Mussolini. Ero in fanteria, nel reparto "Cosseria".

Sono stato dichiarato disperso in azione durante "la battaglia del Don", il 17 dicembre 1942. Da allora, nessuno ha saputo più nulla di me.

Questo sito è stato realizzato da Gabriele, il figlio della mia bambina, per ricordarmi. In futuro pubblicherà le lettere che spedivo a casa dal fronte, rispettando le date in cui io le scrivevo.

Questo sito non ha nessun fine se non quello di ricordare una delle migliaia di persone portate via dalla guerra. Non eravamo e non siamo numeri o nomi su una lapide (per chi ne ha una) ma storie di legami recisi, valori, pensieri, pianti e paure. Storie di uomini da cui ognuno può trarre l'insegnamento o il valore che più ritiene.

Lino Favrin

p.s.: il 19 maggio 2014 ho riabbracciato la mia bambina in Cielo dopo che ha concluso la sua vita terrena.


Per saperne di più...

Articoli su Wikipedia che parlano del nostro sacrificio... vano?

Altri articoli:

Sito web realizzato da Gabriele Favrin.
Per informazioni o contatti da chi ha perso familiari in quella battaglia, info@lino.favrin.net